Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
Cronologia della Letteratura Rumena - UniFI
Menù principale

Pann Anton

Data e luogo di nascita
1796, Sliven, Bulgaria
Data e luogo di morte
2 novembre 1854, Bucarest
Abstract

Poeta, folclorista. Greco da parte di madre, alla morte del padre la sua famiglia si trasferisce prima in Bessarabia e successivamente a Bucarest. Pur non avendo compiuti studi regolari, dimostra di possedere una buona conoscenza della cultura tradizionale dell’area balcanica di cui raccoglie e pubblica il patrimonio orale, costituito da proverbi, modi di dire, storielle, Culegere de proverburi sau Povestea Vorbii [Raccolta di proverbi o Il racconto della Parola] (1847); Fabule şi istorioare [Favole e storielle] (1839, 1841). Vissuto al confine della cultura tardo-medievale, fortemente influenzata dal canone greco-ortodosso, attraverso la composizione e il rifacimento di testi, in versi e musica, dedicati all’amore, al vino, all’avventura, Pann è il cantore dell’affermarsi della piccola borghesia cittadina nei primi decenni del XIX secolo. Importante l’opera di adattamento dei canti liturgici rumeni per adattarli alla melodia greca

Bibliografia

Versuri muziceşti [Versi musicali] (Bucureşti, 1830); Poezii deosebite sau Cîntece de lume [Poesie particolari o Canti mondani] (Bucureşti, 1831, 1837); Îndreptătorul beţivilor [La guida degli ubriachi] (Bucureşti, 1832); Hristoitie sau Şcoala moralului [Vita devota o La scuola della morale] (Bucureşti, 1834); Noul Erotocrit [Il Nuovo Erotocrito] (Bucureşti, 1837); Poveste arabică [Racconto arabo] (Bucureşti, 1839); Fabule şi istorioare [Favole e storielle] (Bucureşti, 1839, 1841); Poezii populare [Poesie popolari] (Bucureşti, 1840); Noul Doxastar [Il Nuovo Libro dei Canti] (Bucureşti, 1841); Basul teoretic şi practic al musicii bisericeşti sau gramatica melodică [La base teoretica e pratica della musica religiosa o la grammatica melodica] (Bucureşti, 1845); Culegere de proverburi sau Povestea Vorbii [Raccolta di proverbi o Il racconto della parola] (Bucureşti, 1847); Memoria focului mare în Bucureşti in ziua de Paşti [La memoria del grande incendio di Bucarest nel giorno di Pasqua] (Bucureşti, 1847); Pocăinţa omului dezmerdat sau vorbire între suflet şi trup şi osebite sfătuiri folositoare trupeşti şi sufleteşti prin culegere versificate şi date la lumină de Anton Pann [Il pentimento dell’uomo soddisfatto o dialogo fra l’anima e il corpo e diversi consigli utili al corpo e all’anima raccolti in versi e dati alla luce da Anton Pann] (Bucureşti, 1849); Înţeleptul Archir cu nepotul său Anadan [Il saggio Archir e suo nipote Anadan] (Bucureşti, 1850); Spitalul Amorului sau Cîntătorul dorului [L’ospedale dell’Amore o Il cantore della nostalgia] , I-VI, (1850-1852); O şezătoare la ţară sau Povestea lui Moş Albu [Una veglia in campagna o Il racconto di Zi’ Bianco] (1851-1852); Nezdrăvăniile lui Nastratin Hogea [Le imprese di Nastratin Hogea] (Bucureşti, 1853); Opere complete [Opere complete] (Bucureşti, 1904; ed. II, 1909)  

PDF

Povestea vorbii [Il racconto della parola] (frammento)

 

 

 

 
ultimo aggiornamento: 09-Ott-2019
Unifi Dipartimento di Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia (FORLILPSI) Home Page

Inizio pagina